Torna al Blog

Verso un’edilizia green

La nostra attenzione in questi ultimi mesi è sempre stata volta al benessere abitativo, legato alla distribuzione degli spazi e alla possibilità di godere di terrazze abitabili o di giardini. Per noi questi sono sempre stati i punti di partenza nella progettazione delle nostre abitazioni. Oggi riteniamo sia doveroso fare anche un passo avanti. I tempi sono maturi per affrontare e approfondire argomenti come l’ecosostenibilità e la progettazione di un edificio, prevedendo il futuro riuso dei materiali impiegati. Ogni qualvolta pronunciamo la parola “ecosostenibilità”, altro non facciamo che cercare nuove soluzioni per aiutare la società e l’ambiente, progettando uno sviluppo urbanistico a basso impatto ambientale.

Gli edifici green sono quelli che migliorano la qualità dell’ambiente e il benessere delle persone che vi abitano. Elementi significativi sono l’attenzione all’uso di materiali non nocivi – parliamo di vernici, colle, pitture e materie prime più in generale -, il trattamento dell’aria, il comfort acustico, l’isolamento termico – che comporta minor dispersione di calore ed aria condizionata, e di conseguenza un utilizzo più ridotto di energia elettrica ed immissioni di Co2 -.

“L’architettura sostenibile progetta la casa attorno alla persona”. Quando si parla di edilizia sostenibile si intende la progettazione di edifici volti a soddisfare le esigenze abitative, limitando l’impatto ambientale: tale risultato è raggiungibile attraverso l’attenzione al recupero dello spazio e dei materiali. Sempre più è importante usare materie del proprio territorio, riducendo al massimo i costi di trasporto – che si traduce in un minore inquinamento -, valutare il fabbisogno energetico adoperando fonti alternative e porre maggiore attenzione al consumo idrico impiegato per le lavorazioni, con un occhio di riguardo anche alla quantità d’acqua utilizzata per la realizzazione delle materie che impieghiamo.

Tutto questo, però, viene vanificato se non ci sono una collaborazione consapevole e un comportamento adeguato da parte dell’utilizzatore finale. Ridurre al massimo gli sprechi e i consumi è alla base del processo di ecosostenibilità.

ALLEGATO DECRETO consultabile qui.

Pubblicato il 26 maggio 2020 alle 12:39

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

*